lunedì 25 ottobre 2010

Sono un atleta della FIDAL

Un pezzo di carta sancisce che sono "idoneo all'attività sportiva agonistica", il mio polpaccio sancisce che non lo sono... A parte le battutacce, sono contento dell'idoneità, una carta che finalmente mi consentirà di partecipare ai prossimi impegni.
Avevo fatto la visita anche lo scorso anno in un altro posto, ma essendo ignorante in materia avevo fatto una semplice visita "non agonistica"; allora mi premeva soprattutto che un dottore mi dicesse che potevo correre senza problemi (da piccolo ho avuto qualche problema che comunque poi si è risolto)... avevo bisogno di rassicurazioni.
E' passato quasi un anno dalle prime corse e i miglioramenti li sento tutti, mi sento di essere notevolmente migliorato, molto dimagrito e muscolarmente rinforzato.
Mi piace pensare a questo pezzo di carta come ad una sorta di promozione, un premio datomi per essere stato bravo e costante nell'allenamento; sarà soprattutto un punto di inizio per iniziare il prossimo cammino di avvicinamento alla maratona.