martedì 5 luglio 2011

Prima maratona: che forte emozione!

Quello che mi porterò sempre nel cuore e nei ricordi del viaggio a Tromso e Capo Nord appena concluso sarà sicuramente l'emozione provata a pochi metri dal traguardo della maratona, una gioia incontenibile, fortissima che mi ha fatto commuovere nonostante gli sforzi per trattenermi.
Avevo sempre letto e me lo hanno confermato i compagni di viaggio che  'solo chi corre una maratona sa cosa significhi correre una maratona'; confermo la verità di questa affermazione, sisi è proprio vera!
Ho affrontato la corsa con molta prudenza, mi ero allenato per tenere un ritmo di 5'30''/km, ma gli infortuni e la paura poi di osare troppo nella prima maratona che non potevo fallire mi hanno fatto partire a 6'/km, e a mente fredda sono contento: sono arrivato bene, ho sempre corso e soprattutto non mi sono venuti i maledetti crampi che ogni tanto mi vengono.
Il tempo è quello che è, ho chiuso in 4:24:33, ma non mi importa, anzi, sono felicissimo... avrò da migliorare e ho imparato altre cose sulla corsa; quello che mi rende felice è l'essere stato deciso e calmo nel concludere questa sfida.

Non mi dilungo nel raccontare tutto il 'contorno' del viaggio, trovate tutto a questo indirizzo (il racconto di viaggio di Fabrizio, il nostro super simpatico accompagnatore di Terramia), mi interessa invece ringraziare tutte quelle persone speciali che ho conosciuto.

Qui qualche foto del viaggio (oppure a questo indirizzo):