sabato 17 luglio 2010

Bilancio attività a metà luglio

Oggi mentre pedalavo sudando come una bestia sotto il sole e i probabili 40 gradi, mi domandavo, come penso la gente che mi incrociava, quanto idiota possa essere a mettermi in bici alle 11 di mattina: la risposta oltre a quella che direbbe un mio amico ("A't ciochi at me an latun") sta nella voglia di realizzare la mia prima 'impresa' in solitaria, un viaggio lungo con tanto di meta e ritorno, il tutto rigorosamente partendo da casa con la mia nuova bici (sperando arrivi prima o poi...). Da qui il costante e giornaliero allenamento, in tutte le condizioni senza indietreggiare di fronte al caldo, al dolore delle gambe.
Inutile dire che ho abbandonato un po la corsa, ma d'altronde questa settimana mi sono impressionato: sono andato a correre la mattina prima di andare a lavorare come spesso ho fatto questa estate correndo i miei soliti 10Km, ma al ritorno ho sudato per un'ora, tanto che sono dovuto andare a lavorare in ritardo perchè mi vestivo e grondavo, doccia, mi rivestivo e grondavo...
Così ecco che il bilancio delle mie attività inizia a pendere in favore della bici, per la prima volta, e con un po di rammarico perchè mi sento come aver 'tradito' la corsa...